Regione Veneto

PROGETTO ABBRACCIO

Pubblicata il 11/12/2020

 
Sarà avviato in questi giorni il progetto RELAZIONALE AFFETTIVO con metodologia a distanza, attraverso la sensibilizzazione sui temi della violenza nei confronti delle donne, sulle disparità e le discriminazioni.
 
Una sperimentazione per tutte le CLASSI seconde della scuola CIARDI, fortemente sostenuta dall’Amministrazione Comunale e dall’Istituto Comprensivo di Quinto di Treviso e Morgano, realizzata dall’ educatore delle Politiche Giovanili di LA ESSE e dalle educatrici del Centro delle Donne Libere dalla Violenza di Quinto di Treviso.
 
Nel precedente anno scolastico era stato avviato il progetto RELAZIONALE AFFETTIVO, rivolto agli alunni della scuola Ciardi di Quinto di Treviso (sospeso poi a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19) finalizzato a rinforzare il percorso di riconoscimento della propria identità, delle proprie ed altrui emozioni, della libera espressione, in relazione al particolare momento di sviluppo psicofisico di questa fase evolutiva.
 
Considerando che in questa fase dell’emergenza sanitaria l’unica modalità possibile di intervento in ambito scolastico da parte di operatori esterni è “a distanza” attraverso piattaforme digitali, si è valutato di adattare i contenuti previsti per gli interventi in classe in una formula più efficace, perché possa essere colta con consapevolezza dagli alunni anche senza l’intervento “in presenza” degli educatori.
 
Quindi, per affrontare adeguatamente il percorso di riconoscimento  della propria identità e delle proprie (ed altrui) emozioni, si è ritenuto di introdurre il tema della VIOLENZA DI GENERE, attraverso opportuni stimoli digitali di riflessione (video, testi, ecc.) già sperimentati dall’equipe del Centro Anti-Violenza (CAV) di Quinto di Treviso.
 
Gli interventi saranno articolati in laboratori di 3 incontri della durata di 1 ora per ciascuna classe, co-condotti da due formatori (una donna e un uomo) on-line attraverso la LIM di classe. Sarà fondamentale la condizione degli insegnanti di riferimento durante tutti e 3 gli incontri, per coadiuvare l’intervento online e raccogliere eventuali stimoli dalla classe da approfondire.
Gli incontri hanno l’obiettivo di favorire il confronto con le/gli studenti rispetto alle parità/disparità di genere e alle dinamiche di violenza nelle giovani coppie attraverso alcune proposte/stimoli per favorire l’emersione dei vissuti delle ragazze e dei ragazzi.

Categorie Notizie

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto